Aggiunto il

La convivenza generazionale in azienda:  spunti di riflessione.

 

Le statistiche dicono che i due terzi delle imprese famigliari non sopravvivono alla seconda generazione e solo il 9% vive alla terza.

Riuscire a giustificare questi numeri significa capire il funzionamento delle imprese famigliari, nelle quali le relazioni affettive si incontrano – scontrano con le dinamiche aziendali.

Il fondatore di un’azienda si aspetta in genere che i frutti delle sue fatiche potranno generare una pianta che continuerà a fiorire anche dopo la sua morte.

I candidati naturali ad ereditare questa responsabilità sembrano essere ovviamente i figli del fondatore, se ce ne sono.

Tuttavia questa soluzione, che potrebbe sembrare molto comoda per i figli, genera spesso conflitti inattesi. Può accadere che i figli si sentano intrappolati  se costretti ad ereditare un’azienda fondata da un’altra generazione, prima della loro nascita.

Spesso preferiscono fuggire verso direzioni nuove e più interessanti, anziché diventare i custodi dei sogni dei loro padri.

Durante questi momenti di forti cambiamenti, l’intervento di professionisti esterni aiuta la famiglia e l’imprenditore a trovare le modalità per facilitare una convivenza tra le generazioni.

 

DA DOVE INIZIAMO

C’è sempre un sogno quando si crea una famiglia, e c’è un sogno anche quando si fonda un’impresa: passioni e ragioni cercano il loro equilibrio.

Noi vogliamo iniziare da quel sogno perché non si esaurisca ma diventi linfa vitale per le generazioni successive.

 

IL METODO

Il nostro metodo di lavoro si prefigge di accompagnare le persone che “abitano” le imprese familiari nella complessità della gestione delle relazioni professional/familiari con l’obiettivo di promuovere non solo il buon andamento dell’azienda ma il benessere di tutti coloro che nell’azienda e grazie all’azienda vivono.

Paolo Tebaldini

Partner

Good Partners Srl

Il tuo consulente

Paolo Tebaldini

Vai al profilo
paolo tebaldini

Rapporti impresa famiglia

Affrontare il passaggio (e la convivenza) generazionale ti crea difficoltà o dubbi?