Il tuo consulente

Micol Vezzoli

Vai al profilo
Micol Vezzoli Export e Internazionalizzazione
Micol Vezzoli Export e Internazionalizzazione
Il tuo consulente

Micol Vezzoli

Vai al profilo

Incrementare le vendite nei mercati esteri è uno dei driver principali che riguardano lo sviluppo di ogni impresa.
Raggiungere questo obiettivo è però alquanto complicato se non si hanno all’interno del proprio organico le competenze necessarie o addirittura il tempo da dedicare all’attività di Export.

Competenza e tempo sono infatti fattori fondamentali se si vuole avviare una espansione verso i mercati esteri che sia vantaggiosa per l’azienda e appetibile per il cliente.

Quando questi fattori mancano, ma l’obiettivo e la volontà permangono, è possibile rivolgersi a Manager qualificati, che spesso intervengono con la logica del Temporary Export Management (TEM). Il manager “in affitto” è una figura molto flessibile per l’impresa; di seguito le principali caratteristiche:

È un manager specializzato in specifici settori produttivi.

Ha conoscenze di uno o più mercati esteri e conosce con precisione le lingue per comunicare.

È una collaborazione non vincolante per l’azienda, essendo una prestazione consulenziale professionale.

Il manager, oltre a svolgere la sua attività, forma le risorse interne dell’impresa.

Il costo di un Temporary Manager è molto inferiore rispetto ad un manager assunto direttamente in azienda.

Apporta un contributo e una visione manageriale “non corrotta” dall’operatività aziendale.

Come lavora un Temporary Export Manager (TEM)?

Il manager segue l’impresa in tutti gli step per lo sviluppo dell’Export, dall’analisi di mercato fino alla vendita.
L’obiettivo principale del TEM non è solo quello di aumentare le vendite, ma è anche quello di creare un metodo di lavoro da trasmettere all’azienda.
Nello specifico le principali attività operative di un TEM, e in generale dell’export management che Good Partners è in grado di offrire con alta competenza, sono le seguenti:

Analisi del mercato estero più idoneo in relazione al prodotto aziendale.

Analisi dei competitors.

Valutazione della struttura logistica e del supporto tecnologico dell’azienda.

Studio delle principali leve di marketing e di comunicazione dell’impresa.

Analisi del materiale informativo e promozionale ed eventuale revisione.

Stesura di un piano d’azione dettagliato.